vai al contenuto. vai al menu principale.

La città di Goito appartiene a: Regione Lombardia - Provincia di Mantova

Collegamenti ai social networks

Seguici su

Ponte della Gloria

Nome Descrizione
Indirizzo Strada Statale Goitese, 258
Il ponte probabilmente sorge nel periodo dei Canossa, anche se fin dall’arrivo dei Goti nel 489 diventa punto strategico di fondamentale importanza. Esso era levatoio e fu rifatto moltissime volte a causa dei transiti, delle piene del Mincio e dei furti di travi che venivano commessi dai poveri, anche a rischio della forca. Attorno ad esso sorsero strutture difensive per ospitare guarnigioni militari ed addetti alla riscossioni dei pedaggi. Con Matilde il diritto di passaggio viene concesso e controllato dai Monaci Benedettini di San Genesio da Brescello. Da Mantova verranno inviati gli appartenenti della “Consorteria della Clocheria” più tardi detti Signori di Goito, che spodestavano i Monaci sui diritti di passaggio, esercitando tutti i diritti sulla zona. Nel corso dei secoli il ponte fu più volte distrutto e ricostruito. Dopo varie vicissitudini nel gennaio 1777 venne concesso l’appalto per un nuovo ponte in pietra al mantovano Alessandro Vassanelli per una somma complessiva di 39000 lire austriache. Per i lavori di carpenteria fu utilizzato legname dei boschi goitesi, mentre per le costruzioni in muratura vennero utilizzate anche le antiche pietre della rocca gonzaghesca. Nel novembre 1778 Vassanelli comunicava al governo la conclusione dei lavori.