vai al contenuto. vai al menu principale.

La città di Goito appartiene a: Regione Lombardia - Provincia di Mantova

Collegamenti ai social networks

Seguici su

Ex Edificio Scolastico Solarolo

Venne costruito nel 1915 e riattato nel 1950. Comprende un piano terra e un primo piano. Al piano terra si trova l'alloggio della bidella e 1 aula. Al 1° piano 4 aule. Ha servizi igienici. La Scuola i suoi inizi: La Giunta (delibera di Consiglio Comunale in data 18 Aprile 1910) ha considerato che il contratto d'affittanza per le attuali scuole di Solarolo, purtroppo inadatte perchè anguste e deficienti di luce e di aria, scade con l'11 Novembre 1911 e pertanto, cogliendo il momento propizio della cessazione dell'affittanza del fondo "Ospitale" nel cuore della borgata e prospiciente la strada maestra, ha pensato di ottenere dalla onorevole Amministrazione dell'Ospitale di Mantova l'adesione a cedere e vendere al Comune di Goito un appezzamento di terreno, mezza biolca mantovana circa, per l'erigendo fabbricato scolastico che in quella frazione dovrà pur sorgere fra breve. In seduta di Consiglio Comunale in data 27 Agosto 1914, presieduto dal sindaco G. Berti, il presidente ricorda che con deliberazione del 6 di Settembre 1911 venne approvato il progetto tecnico predisposto dal Sig. Ing. Camillo Cantoni relativo alla costruzione di un fabbricato scolastico nella Frazione di Solarolo di questo Comune e osserva agli adunati che è intenzione della giunta municipale di por mano con sollecitudine ai lavori di costruzione della Scuola di Solarolo onde provvedere all'occupazione degli operai dovuto all'attuale disagio economico conseguente alla grave situazione politica internazionale che si ripercuote anche in questo Comune specialmente sulla classe operaia costringendola alla disoccupazione in causa del ristagno che si verifica nelle industrie per diminuzione di lavoro. Il Certificato di collaudo del 1° Dicembre 1922 emesso dal "Corpo Reale del Genio Civile" per i lavori di costruzione del nuovo fabbricato scolastico di Solarolo, esprime che il progetto dell'Ing. Camillo Cantoni in data 1° Novembre 1910 riportò la debita approvazione da questo Ufficio del Genio Civile. I lavori vennero assunti dall'impresa Mattioli Vinaco per contratto 5 Dicembre 1914.